L’Accordo Stato-Regioni entrato in vigore il 26 gennaio 2012 ha stabilito le regole per progettare la formazione Aziendale in materia di Salute e Sicurezza diversificando il numero di ore minime necessarie e gli argomenti trattati in virtù delle differenti tipologie di attività (secondo codice ATECO: BASSO, MEDIO O ALTO RISCHIO).

L’Accordo Stato-Regioni introduce per la prima volta il concetto di percorso formativo superando quello di mera erogazione di corsi d’informazione-formazione.

Il lavoratore deve ricevere gli strumenti necessari per proteggere se stesso e gli altri dai rischi per la salute e la sicurezza tipici del proprio comparto produttivo e deve intraprendere un continuo aggiornamento della propria professionalità, attualmente quasi sempre su base quinquennale e mirato su queste tematiche: perfezionamento del proprio profilo e non semplice ripasso di argomenti già trattati.

I CORSI