Sicurezza in azienda: qual è la differenza tra primo soccorso e pronto soccorso?

Home / Blog / Sicurezza in azienda: qual è la differenza tra primo soccorso e pronto soccorso?

 

Sicurezza in azienda: qual è la differenza tra primo soccorso e pronto soccorso?

Per chi si occupa di formazione sulla salute e sicurezza in azienda, è frequente venire a contatto con le espressioni pronto soccorso e primo soccorso. Molto spesso, però, ci rendiamo conto che le due formule vengono confuse e usate alternativamente, quando in realtà indicano due ambiti differenti.

Ci sembra quindi utile specificarne le differenze:

  • Il pronto soccorso consiste nell’insieme delle pratiche di prima assistenza e soccorso sanitario da effettuare in caso di situazioni critiche. Il primo soccorso è normalmente praticato da personale medico o paramedico e che comprende tecniche medico–chirurgiche, farmaci e, se necessario, interventi chirurgici di emergenza.
  • Il primo soccorso, invece, è l’insieme delle manovre e degli interventi che possono essere praticati anche da personale non specializzato ma preparato alla gestione delle emergenze, in sostituzione o in attesa dell’intervento medico specializzato.

In caso di contesto aziendale, si parla di intervento e di tecniche di primo soccorso anziché di pronto soccorso.

Il Decreto Ministeriale n. 388 del 15 luglio 2003 ha definito gli obblighi relativi al primo soccorso nei luoghi di lavoro, che sono stati poi ribaditi e approfonditi nel TUSL (il Testo unico in materia di salute e sicurezza nei luoghi di lavoro emanato con il Dlgs 81/2008). Quest’ultimo, in materia di sicurezza e di primo soccorso aziendale, ha definito la responsabilità del datore di lavoro. Nell’Art. 45 del TUSL è specificato che il datore di lavoro, in accordo con il medico competente, deve considerare la natura dell’attività e delle dimensioni dell’azienda e prendere provvedimenti utili alla sicurezza, eleggendo uno o più addetti al primo soccorso. I lavoratori incaricati, se non si trovano alla presenza di una comprovata giusta causa, devono obbligatoriamente accettare la mansione e partecipare a programmi di addestramento pianificati dal datore di lavoro o dal preposto.

Il TUSL individua, oltre agli obblighi, ai requisiti e alla formazione idonea all’incaricato che in azienda ricopre il ruolo di addetto al primo soccorso, anche il contenuto minimo della cassetta di sicurezza.

 

Potrebbe interessarti...